*** *** ***

info@lingshan.it // cell. 333.8498691

 

Affiliata Arci – www.arcitorino.it

Officina dell’Anima

per le anime è morte diventare acqua, per l’acqua diventare terra è morte; ma dalla terra nasce l’acqua, dall’acqua l’anima

Eraclito

 

dsc_7056-ridot-1-livel-def1

 

Lo scopo principale dell’Associazione Ling Shan è promuovere socialità e partecipazione e contribuire alla crescita culturale e civile dei propri soci, così come dell’intera comunità, realizzando attività di promozione sociale, ricreativa e sportiva, nonché servizi.

Tutti i campi in cui si manifestano esperienze culturali, ricreative e formative e tutti quelli in cui si può dispiegare una battaglia civile contro ogni forma di ignoranza, di intolleranza, di violenza, di censura, di ingiustizia, di discriminazione, di razzismo, di emarginazione, di solitudine forzata, sono potenziali settori d’intervento dell’Associazione LingShan.

In particolare, le specifiche finalità dell’ Associazione sono :

  • diffondere un’ecologia del corpo e della psiche in quanto relazione del campo mentale col campo emozionale;
  • il termine Anima infatti lo si intende nell’accezione della Psicologia del Profondo di C. G. Jung e della Psicoanalisi Archetipica di J. Hillman quale
  • “possibilità immaginativa insita nella nostra natura, il fare esperienza attraverso la speculazione riflessiva, il sogno, l’immagine e la fantasia – in breve, quella modalità che riconosce ogni realtà come primariamente simbolica o metaforica.”
  • I vari strumenti e tecniche adottati e diffusi dall’Associazione vanno
    • dalla pratica del Ling Tai Chi Chuan;
    • alla scrittura creativa;
    • ai gruppi di studio e conoscenza delle dinamiche psichiche;
    • ai gruppi di ascolto delle sensazioni ed emozioni;
    • e a quelli di studio ed elaborazione dei messaggi onirici;

    Questo è l’ambito e il senso dell’Officina dell’Anima, in cui si elabora e si fa conoscenza per raggiungere una reale autonomia dell’individuo che non è individualismo ma apertura agli altri, cosa impossibile se non ci si apre a se stessi.

    Come dice Laotsè:chi conosce gli altri è intelligente ma chi conosce se stesso è saggio”.

    *** *** ***